Versi in rima sciolta...

Versi che dipingono la natura e non solo...





Image and video hosting by TinyPic

Un desiderio
che lentamente scende
in una grotta

(haiku)

© Rosemary3

Image and video hosting by TinyPic
giovedì 27 novembre 2008

E' Natali (È Natale)...



Amo immensamente la mia terra e il suo dialetto.

È per questo che ho scritto qualcosa in vernacolo nell'approssimarsi del Natale...

Spero vi piaccia!

C'è la traduzione, molto libera ovviamente...

GustateVi queste emozioni...in prosa...


 La  conca addumata...la nanna cunta ...

Li picciriddi, dattornu ô luci pi curiarisi e davanti l'arburu lucenti, ccâ vuccuzza aperta, sentunu la nanna ca parra di principi e drai ca, cu spati e spiruni, faciunu la guerra...

Li zampugnari sonunu e Natali si sinti cu campaneddi e canzuni...

Fora, lenta lenta, cari la nivi...



 Attraverso i vetri di una finestra illuminata, una scena di vita familiare...

La nonna racconta una favola e, attorno al luccicante abete, i nipotini ascoltano con bramosìa...

S'intrecciano vicende di sfortunate principesse e draghi, salvate dall'affascinante principe, mentre si diffonde un dolce suono di zampogne...

Nell'aria echeggia, mescolandosi a melodiose nenìe natalizie, un tintinnìo di campanelli.

Fuori, dolcemente cade la neve...

13 commenti:

jalesh ha detto...

Aria natalizia vedo.....molto bello. Bonne soirée bisous

lucia58 ha detto...

Lucente e stellato come una serena notte estiva comisana. Ahahah...tentativo poetico.Ti è piaciuto? Un bacione

sognodiluce ha detto...

dolce fatina grazie per quest'albero pieno di stelle ogni stellina è un sogno che si avvera un sorriso del cielo è luce pace amore e armonia

allora augurandoti una serena notte

ti stringo nel piu' caloroso dei miei abbracci

tuo devoto folletto

lucia58 ha detto...

Amica cara come stai?Come mai non ti vedo online? Mi fai sapere notizie? Un bacione.

aphrodite1 ha detto...

una bellissima poesia in vernacolo che ho gustato pienamente con la sua libera traduzione..il natale si vive nella naturalezza dei piccoli gesti d'amore...un caro abbraccio dalla tua anna.


petalisulvolto ha detto...

Una dolce nenia che riporta scene, sapori del Natale come lo si vive realmente secondo le proprie tradizioni.

Trovo molto belle le poesie in vernacolo.

Questa e' molto

espressiva ed unisce allo sguardo attonito del piccolino , la presenza rassicurante della nonna.

Un forte abbraccio ed auguri felicissimi____Nicole

Missblueyes ha detto...

Bellissima poesia mia cara.

sognodiluce ha detto...

buon pomeriggio fatina

bella quest'aria natalizia

un abbraccio

tuo folletto

poetanarratore ha detto...

ciao amica mia ...

sia sempre poesia...la nostra poesia a far fiorire i nostri cuore ,a cantare il bello dell'amore ...


ti lascio la mia stima ,un augurio di buon Natale...

Gio..

sognodiluce ha detto...

buongiorno fatina si la mia mamma

è volata in cielo ma non mi sento sola perchè i veri amici sono tutti qui con me e la mia mamma con il suo spirito è ancora qui...


Ti voglio bene

grazie

un abbraccio

dal tuo devoto folletto

baronerosso1 ha detto...

...stupendo canto poetico di dolce melodiosità intima...

Eleonoraely ha detto...

Buon Natale, Amica mia!

Ho gradito molto la Tua visita nel mio blog, ed eccomi qui ad abbracciarTi.


Complimenti, hai scritto dei bei versi,ricchi di calore buono.


Ti voglio bene.

eleonora

lucia58 ha detto...

Ohhhhhhhhhhhh! Che bello! Si vive l'aria di festa anche da te!Complimenti belissimo.Avevo notato solo l'albero e adesso leggo una descrizione serena del Natale come dovrebbe essere dovunque. Grazie dolce amica di regalarmi il nostro dialetto siciliano che mi riporta alla mia terra.Sapessi in queste feste come mi mancano i miei ,ma con tè non mi sento sola tu mi fai compagnia e mi avvicini ai miei.Grazie di esserci !Un bacio

Posta un commento