Versi in rima sciolta...

Versi che dipingono la natura e non solo...





Image and video hosting by TinyPic


Estro ed ebbrezza
elargisci esternando
eleganti eros

Esplodi emozionando
elettrizzante estate

(tanka)

© Rosemary3

Image and video hosting by TinyPic
domenica 11 luglio 2010

Carillon


 


Nella soffitta ho ritrovato
un vecchio carillon...



Danza
al dolce suono d'una melodia
una porcellanata ballerina...


Quanti ricordi incipriati
con polvere stantia!


Continua a suonar per me
vecchio carillon...


Suona ancora una volta
e tu, sognante ballerina,
come piuma 
al dolce zefiro,
volteggia anche sulle scordate note...


Tace la musica...
Torna nella magia della scatola,
a giacer in silenzio..



7 commenti:

infranotturna ha detto...


come una macchina del tempo
il carillon
riporta alla prima emozione
pregustando la prossima

jalesh ha detto...


Se non erro lo già letta e rileggendo ricevo dai tuoi versi le stesse straordinari emozioni., Buona serata e scusa se non passo spesso.....ma tvb tantissimo e ti stimo moltissimo. Bisous

Maximo67 ha detto...

Un carillon riporta indietro nel tempo, quando dalle sue note scaturiscono ricordi.
Forse Noi siamo troppo giovani per un carillon, ma queste note  e questi versi aiutano a immaginare,
Ciao Rose...,dolce questa poesia,
un caro saluto
Max

baronerosso1 ha detto...

Ricordi fanciulleschi emozionanti in versi poetici di grande bellezza:-)

eufemiaG ha detto...


Cara Rose è bellissima questa tua poesia, mi ricorda cose della mia infanzia, ho sempre amato i carillon e pensa che di recente ne ho ricevute bue. Sono volutra passare sul tuo blog per ringraziarti della tua amicizia e cortesia, e per le belle parole che hai sempre per me. Spero per il resto tutto bene.
Ti abbraccio con affetto e ti porto i saluti anche di Fabrizio, è presissimo con i bambini della scuola estiva e quando rientra la sera, non se la sente di mettersi a commentare su memorie , ma quando l'estate sarà passata, sono certa che ritornerà.
Smack
eufemia

jalesh ha detto...


Un passaggio per un abbraccio bisous

verdefronda ha detto...

Sulle belle note di questo carillon ti invio il mio pensiero.  Scusami per l'assenza, sono stato malato.  Ora ritorno fra le ali degli amici a saziarmi di poesia.  Un mio carissimo saluto.  Giorgio

Posta un commento