Versi in rima sciolta...

Versi che dipingono la natura e non solo...





Image and video hosting by TinyPic

Un desiderio
che lentamente scende
in una grotta

(haiku)

© Rosemary3

Image and video hosting by TinyPic
domenica 3 febbraio 2008

Haiku - Tautogramma: Maschera



Bigie maschere:
travestimenti occulti.
Attimi persi...




Madreperlacea macchia,
merletto mediatico,
malinconicamente manipoli menti
mantenendo misteriose metafore...
Modellando momenti,
magicamente mobili,
mandi mondani messaggi...

11 commenti:

baronerosso1 ha detto...

...chiaro e scuro nel fantastico volo virtuale abitato da tante maschere...belle e brutte...

anche questa è avventura...

verdefronda ha detto...

Belle queste tue poesie al carnevale. Un caro saluto da giorgio

sognodiluce ha detto...

buona domenica a te fatina mia

e ai tuoi splendidi versi

un abbraccio

con immenso affetto

tuo folletto

RosaRossa_3 ha detto...

BUONA DOMENICA ROSEMARY...

SEMPRE BELLI I TUOI SCRITTI...

UN SORRISO DA ROSS',♥

alifranca ha detto...

Ogni maschera è un riflesso che forse vorremmo avere nello spolverio di cipria vitale.

Ma nel cuore i riflessi si uniscono e nel mio ci sei anche tu,mia cara.

Buona domenica

pippopi70 ha detto...

scrivi in modo notevole.


buona serata.

Giuse

otteromakire ha detto...

morbida... complimenti...

ti ho scoperta su volobliquo....


Anch'io sono alla ricerca continua di parole che mi diano soddifazione nel pronunciarle, per il loro suono, rumore, difficoltà nel pronunciarle.


un abbraccio, vieni a trovarmi sul mio blog, ti aspetto ;-)

SAPPHIRE5954 ha detto...

Carnevale, maschere, tante maschere, che dentro di me incutono un certo terrore, perchè non sai chi si nasconde dietro a loro. A carnevale, mi piacciono solo i bambini con la loro voglia di divertirsi e la loro felicità . Per alcuni a adulti è sempre carnevale, perchè non levano mai la loro maschera, che durante l'anno è invisibile, ma c'è. Quelle sono le persone più pericolose, perchè con la loro maschera da buoni, ti catturano come fanno i fiori carnivori. Fiori belli e profumarti, in alcuni casi, che, però anche loro hanno la maschera dell'inganno e si chiudono sopra gli insetti o li catturano in un pozzo dal liquido allettante, ma che li disintegra, rubando loro tutta la forza vitale, usandola come nutrimento. Ma questa è natura e sopravvivenza della specie. Ma l’essere umano con la maschera penne, è solo falsità, voglia di sopraffare e menzogna, solo per il proprio interesse, per il proprio io da soddisfare a discapito dell’ingenuità e della bontà.

EdoEleStorieAppese ha detto...

Buon Carnevale...

Edo

bastapoco ha detto...

ben tornata, carissima, vedo con gioia che non hai perso nè ispirazione nè bravura

un bacio grande


Antonella

Pachucha ha detto...

Peccato che il Carnevale stia per finire...

Posta un commento